Amici

Traduttore automatico

martedì 20 maggio 2008

Lettera a casa

Cara,

Sono solo un uomo legato al proprio destino, così stretto e corto da sembrare breve, quanto la mia vita che stà fuggendo via.

Se potessi mettere le ali: volerei da te senza soste ne indugi, lascerei questi luoghi, attreverserei le montagne di ingiustizie e le pianure di falsità, volerei sulle città devastate ed i mari di ipocrisia in tempesta.

Sarebbe un lungo viaggio ma potrei atterrare finalmente accanto a te.

Te sola amo, per sempre.
il tuo lontano
Callaghan





Note

Questo sito non costituisce una testata giornalistica e quindi non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001.

Le immagini riportate a corredo degli articoli sono - di volta in volta - di mia proprietà, di pubblico dominio o comunque utilizzate per scopi non commerciali. Gli eventuali detentori di diritti possono chiederne in qualsiasi momento la rimozione dal sito.