Un pò di me

Diciamo subito che ho superato di parecchio gli 'anta. Risalgo all'epoca gloriosa ed ormai superata dei: dischi in vinile, delle cabine telefoniche, del gettone, del servizio di leva, dei disegni tecnici con carta e china, delle calcolatrici a logica polacca inversa, dei regoli calcolatori, della guerra fredda e della Lira.

Correvano i meravigliosi anni ’70, quando i miei genitori mi regalarono la mia prima piccola scatola di soldatini d’Italia della Atlantic, nel negozio sotto casa. Li ricordo ancora bene come fosse ieri : allineati in fantasiose battaglie sul pavimento della mia cameretta, in tasca nei primi giochi di infanzia e abbandonati con l'adolescenza. Ho vissuto con tristezza la scomparsa dal mercato di quella prestigiosa azienda italiana, così come anni fa per quella della TbLine, creata da una grande persona. Un pò più grandicello entrai in un club locale, dove ho avuto l'occasione di apprendere le meravigliose tecniche dell'arte del modellismo: la pittura e l'autocostruzione. Uscii da quella esperienza molti anni dopo, avendo vissuto intensamente il particolare ambiente dei concorsi di modellismo statico. Solo molto più tardi negli anni, in avanzata maturità, ebbi occasione di avvicinarmi a qualcosa di simile e tuttavia diverso: i giochi da tavolo, il wargame ed il collezionismo dei soldatini di piombo dipinti. Devo ciò alla pazienza di un grande amico, con cui condivido anche la passione per la storia e per le escursioni, spesso quelle gastronomiche, ma non solo. Sono passati diversi anni dai primi soldatini che ho ricevuto in regalo. Vivo ora in un mondo per certi versi più semplice e tuttavia più complesso, forse freddo, sicuramente frenetico, fatto di: computer, internet, globalità mediatica, amicizie virtuali, cellulari, mp3, euro e questo meraviglioso hobby, mi accompagna ancora con entusiasmo, nelle rare occasioni di tempo libero che mi rimangono tra la famiglia, gli amici e la professione di ingegnere.

Alessandro, alias "Callaghan".

Amici

lunedì 13 agosto 2012

Dopo lunga assenza

Sono tornato. Dopo una lunga pausa. La mia più lunga pausa dopo anni di blog. La vita non è fatta di soli hobby, mi dicono. Magari lo fosse. E' vero, ci sono nuove necessità, problemi o doveri, gli anni incalzano. Si, in pratica mi sto anche rimbambendo, ma il primo che lo dice lo banno! :-)
Cosa fare di questo mio blog. Mah!
Bella questione: mi ha assillato per mesi. Che utilità porta? Seconda questione  e sopratutto, chi lo segue?
Mi ricorda un film.. avete presente?
" Alt! Chi siete? Cosa fate??!Cosa portate? Si, ma ..quanti siete??! - Un fiorino!.."
Bellissimo. Ok.. non c'entra, ma a parte gli scherzi: le risposte vanno cercate nella mia fantasia. Vi dirò la verità, avevo La brutta tentazione. La tentazione era quella di abbandonare di scrivere, di dipingere, di giocare. Speravo qualcuno mi scrivesse "finalmente: ma cosa stavi aspettando??". Ebbene, invece qualcuno proprio ieri mi ha fatto cambiare idea e quel qualcuno sei proprio tu che mi stai leggendo. Mannaggia a Te! :-) Nonostante non abbia scritto nulla per mesi, ho scoperto ieri con meraviglia che giornalmente queste poche povere e forse inutili righe venivano lette da almeno tre persone (a volte anche 2 eh!!) . Fantastico. Ecco. Non era giusto per Te, ne per me chiudere ancora questo foglio..almeno non prima di averti detto almeno: grazie! E' un mondo fantastico! Surreale, ma bello. Inutile o utile, ma spettacolarmente divertente.
Spero di avere ancora tante pagine da scrivere, modelli da colorare, storie da raccontare e partite da giocare. Quel che sarà, lo vedrò in seguito.  Per oggi punto su una partita all'anno, un progetto almeno da seguire, una storia da raccontare. EccoTi allora in anteprima una mia immagine, il  T34 JNA rispolverato dal cantiere fermo di mesi ed il suo gemello ancora in scatola. Mi sono Promesso di finirlo. Fantasia? Non senti il suo rombo??  :-)


4 commenti:

Roby ha detto...

Bè finalmente!!!
Non so se faccio bene a dirlo, ma io "arranco" da mesi e mesi nella fase: "mollo tutto...si...no..." e dopo l'ennesimo lavoro lasciato a metà, sono di nuovo vicinissimo a lasciare tutto, perchè tanto giocare è impossibile. E ormai nemmeno i numerosi incoraggiamenti mi scalfiscono più di tanto.
E' un hobby FATICOSO, non per tutti, perchè la passione e la buona volontà non bastano. Bè forse sarei dovuto essere più positivo...vebbè...sono contento di rileggerti!!!!

fogsoldiers ha detto...

L' importante è continuare soddisfatti di se e di quello che si sta facendo.
Se poi, tra le altre cose, si gioca una sola volta l' anno, come me d' altronde, che importa...ci sarà più gusto nell' attesa...;-)

Roby ha detto...

Bè, sicuramente la "soddisfazione" ha una valenza molto soggettiva. Senza la parte ludica per me l'Hobby perde senso.

Alessandro "Callaghan" ha detto...

Avete entrambi ragione: la soddisfazione è un fattore determinante e deve anche essere continuamente alimentata.
Per adesso ho parecchi spunti, credo sia un buon ri-inizio.

Note

Questo sito non costituisce una testata giornalistica e quindi non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001.

Le immagini riportate a corredo degli articoli sono - di volta in volta - di mia proprietà, di pubblico dominio o comunque utilizzate per scopi non commerciali. Gli eventuali detentori di diritti possono chiederne in qualsiasi momento la rimozione dal sito.