Un pò di me

Diciamo subito che ho superato di parecchio gli 'anta. Risalgo all'epoca gloriosa ed ormai superata dei: dischi in vinile, delle cabine telefoniche, del gettone, del servizio di leva, dei disegni tecnici con carta e china, delle calcolatrici a logica polacca inversa, dei regoli calcolatori, della guerra fredda e della Lira.

Correvano i meravigliosi anni ’70, quando i miei genitori mi regalarono la mia prima piccola scatola di soldatini d’Italia della Atlantic, nel negozio sotto casa. Li ricordo ancora bene come fosse ieri : allineati in fantasiose battaglie sul pavimento della mia cameretta, in tasca nei primi giochi di infanzia e abbandonati con l'adolescenza. Ho vissuto con tristezza la scomparsa dal mercato di quella prestigiosa azienda italiana, così come anni fa per quella della TbLine, creata da una grande persona. Un pò più grandicello entrai in un club locale, dove ho avuto l'occasione di apprendere le meravigliose tecniche dell'arte del modellismo: la pittura e l'autocostruzione. Uscii da quella esperienza molti anni dopo, avendo vissuto intensamente il particolare ambiente dei concorsi di modellismo statico. Solo molto più tardi negli anni, in avanzata maturità, ebbi occasione di avvicinarmi a qualcosa di simile e tuttavia diverso: i giochi da tavolo, il wargame ed il collezionismo dei soldatini di piombo dipinti. Devo ciò alla pazienza di un grande amico, con cui condivido anche la passione per la storia e per le escursioni, spesso quelle gastronomiche, ma non solo. Sono passati diversi anni dai primi soldatini che ho ricevuto in regalo. Vivo ora in un mondo per certi versi più semplice e tuttavia più complesso, forse freddo, sicuramente frenetico, fatto di: computer, internet, globalità mediatica, amicizie virtuali, cellulari, mp3, euro e questo meraviglioso hobby, mi accompagna ancora con entusiasmo, nelle rare occasioni di tempo libero che mi rimangono tra la famiglia, gli amici e la professione di ingegnere.

Alessandro, alias "Callaghan".

Amici

domenica 25 settembre 2016

M106 8° bersaglieri / Ariete 1968 - Fase 3


Hello everyone!

At this stage of the work I have added some details to my 'EI' miniatures in 10mm.  You can see now:
on the M113 and M109 of the 8° bersaglieri / div. Ariete in 1968,
- the italian flag "tricolore" on the front and back;
- the Nato code or "stanag" code;
- the yellow circle containing the vehicle weight on the front (12 ton and 13 ton);
- some shell, made with brass wire;
and, on the mini soldiers,
- the foular of "cremisi" colour.
I'm trying to build now the "piumetto", but for now I have not been able...

sabato 24 settembre 2016

M106 8° bersaglieri / Ariete 1968 - Fase 2

Hello everyone!
For the second stage of my Story, I finished coloring some miniatures: the M106 and a mechanized infantry platoon.
The uniforms of the soldiers would be the camouflage uniforms polychrome M58 (ex M1929) in use in the Italian army until 1975 or so.
To transform the mechanized infantry in 'bersaglieri' I need to the 'piumetto' ..
Meanwhile, I think of how to make it, here are some photos..

venerdì 23 settembre 2016

M106 8° bersaglieri / Ariete 1968 - Fase 1

Fig.1.3: the Black cover
Fig.1.2: textur 2
Fig.1.1: textur 1

Hello everyone!
I finally started to color my 'EI' soldiers.
I started painting with the dark colors and then move on to the clear tones.
I proceed slowly, although these days I have much free time. Here are some photos. The M106 8°Rgt. Bersaglieri / Ariete - 1968..

domenica 18 settembre 2016

Mortai!!..(anni 1980)



Ieri sera ho finalmente trovato un po' di tempo libero per me, così l'ho trascorso 'imbasettando' una sezione mortai per il nuovo progetto in 10mm. Tale, a dire il vero, nasce da una vecchia idea da me postata anni fa su altri forum e certamente risulterà un po' tanto di nicchia! Si tratterà infatti di un gruppo tattico o meglio di un 'complesso minore' di fanteria meccanizzata italiana e carri ai tempi degli anni 1980". Finito farà  la sua bella figura in vetrina..e spero, un domani su un tavolo da gioco. Il prossimo passo riguarderà certo il completamento dei carri Leopard o di qualche altra basetta di fanteria, per avere anche un plotone di F. Motorizzata o d'arresto da abbinare, prima di passare alla testurizzazione ed ai colori.
Non vedo l'ora di dipingere, a questo punto! Nell'attesa, qualche foto. A presto.

lunedì 5 settembre 2016

Terreni - tovaglia per tavolo da gioco

Oggi ho finalizzato un acquisto utile. Si tratta di una tovaglia di cotone misto poliestere, monocromatica, senza disegni, con una trama regolare: la userò come base per alcune prove di terreni di gioco sul tavolo grande di cucina. Ho scelto il colore tortora, perché mi sembra simulare abbastanza bene terreni desertici, europei o asiatici (vegetazione chiaramente esclusa). Il drappo diventerà la base cromatica per terreni più complessi: prossimamente proverò ad appoggiarci sopra opportune strutture, vegetazioni o basi di terreno realizzate ad arte (colline, boschi, strade, etc). Una idea aggiuntiva sarà quello di rendere l'esagonato, ma spero di discuterci sopra prossimamente.
Raggiunge una estensione massima di 130x240 cm e una volta ripiegata, la stoffa, occupa pochissimo spazio: la cosa è di per sè molto interessante, considerate le dimensioni dei tavoli standard da gioco (120x180cm) e la cronica fame di spazio casalingo.
Ecco alcune prime foto di maniera, nello stile: 'battaglia di kursk, 1943'.




sabato 3 settembre 2016

Ricordi di Naia


La fanteria meccanizzata è stata ed è l'unità militare di fanteria equipaggiata di Veicoli Trasporto truppe Corazzati.
Il veicolo corazzato da trasporto truppa, chiamato VTT o dall' inglese APC, è un veicolo corazzato di combattimento, progettato ed equipaggiato per il trasporto di una squadra di fanteria in assetto di combattimento, e che, di regola, è armato con un cannone incorporato o organico di calibro inferiore a 20 millimetri.
La squadra di Fanteria viene trasportata e protetta nel corazzato fino in fronte all'unità avversaria, per uscire dal APC e entrare nell'inferno, solo quando le condizioni tattiche lo richiedono.
Questo tipo di unità militare ha principalmente funzioni di supporto per le unità corazzate, sia nei compiti di attacco e reazione che di difesa e contrasto dinamico.
Nella foto la simulazione di un plotone di Fanteria Meccanizzata Italiano negli anni della leva obbligatoria, equipaggiato con quattro M113 ed una quarantina di "ragazzetti" di allora, armati con i vecchi FAL e le Mg.
Volendo, tra questi c'ero anch'io.
Nella foto le basette, come i ricordi, sono ancora al grezzo e ci vorrà ancora del tempo perché vengano colorate ed i particolari risaltino nei colori. Tecnicamente lo standard dimensionale di gioco è quello del regolamento Crossfire,  la scala delle miniature è l'onorata 10mm e il tutto è pensato per il regolamento Cold War o Pz8. Ci sono anche i corazzati e gli avversari da montare.
Un idea di gioco potrebbe essere: " vogliamo proprio vedere cosa sarebbe successo se il corso della nostra storia e della guerra fredda sarebbe stato diverso?
Proprio li quel giorno, sulla soglia di Gorizia.."

lunedì 29 agosto 2016

L' estate di San Martino, agosto 2016

"Di queste case
non è rimasto che
qualche brandello
di muro
Di tanti
che mi corrispondevano
non è rimasto
neppure tanto
Ma nel cuore
nessuna croce manca
E' il mio cuore
Il paese più straziato"
San Martino del Carso
Valloncello dell'Albero Isolato ~27 agosto 1916 - Giuseppe Ungaretti

Note

Questo sito non costituisce una testata giornalistica e quindi non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001.

Le immagini riportate a corredo degli articoli sono - di volta in volta - di mia proprietà, di pubblico dominio o comunque utilizzate per scopi non commerciali. Gli eventuali detentori di diritti possono chiederne in qualsiasi momento la rimozione dal sito.