Un pò di me e di voi

Ho superato di parecchio gli 'anta e risalgo a quella epoca gloriosa che a tutti gli anziani sembra essere irripetibile. E' stata l'epoca del benessere economico italiano, del lavoro, fondamento di questo nostro paese, ma anche di piccole cose che sono ormai scomparse: i dischi in vinile, le cabine telefoniche, il gettone, il servizio di leva, i disegni tecnici con carta e china, le calcolatrici a logica polacca inversa, i regoli calcolatori, la guerra fredda, la Lira e i soldatini.

Correvano i meravigliosi anni ’70, quando i miei genitori mi regalarono la mia prima piccola scatola di soldatini d’Italia della Atlantic. Quanta nostalgia, li ricordo come fosse ieri. Ho vissuto con tristezza la loro scomparsa dal mercato, lo stesso dolore si è rinnovato non poco tempo fa con l'oblio della TbLine, creata da una grande persona, con grandi progetti che ho avuto l'onore di conoscere e di leggere anche su questo blog. Quando pò più grandicello entrai in un club locale, ho avuto l'occasione di apprendere le meravigliose tecniche del modellismo: la pittura a pennello, l'aerografo, l'autocostruzione ed anche la complessa vita da club. Sono uscito da questa esperienza molti anni dopo, prima di partire per il servizio militare, allora decisi di aver vissuto abbastanza intensamente l'ambiente dei concorsi e del modellismo statico. Più tardi, in avanzata maturità, ho avuto occasione di avvicinarmi al wargame ed al collezionismo dei soldatini di piombo dipinti e devo ciò alla fortuna di aver conosciuto un mio grande amico: Stefano, con cui condivido la passione per la storia, per le escursioni e non solo quelle gastronomiche. Questo blog è solo una piccola parte di me, quella nascosta, il mio libro dei ricordi, di idee che forse mai realizzerò ed un piccolo contributo per questo meraviglioso hobby che mi accompagna ancora nelle rare occasioni di tempo libero che mi rimangono tra la famiglia, gli amici e la professione di ingegnere.

Alessandro, alias "Callaghan".

Amici

Traduttore automatico

mercoledì 3 luglio 2013

Terreni Parte 2 - Terreno per Pz8 - BZKII - Crossfire - QUADROTTI AD AREE

Finalmente ho ideato il mio terreno componibile ideale. Lo potremo usare presto per tutte le battaglie che andranno dall'antico al moderno in campo aperto/città/interni etc. La fantasia non ha limiti, la tecnica è definita. Il terreno è un componibile di quadrotti ma presuddivisi ad aree con texturizzazione. Per ora i primi prototipi. Nulla vieta di predisporre riquadri ad aree con altri effetti. Ebbene si: sarà utilizzabile per qualsiasi regolamento che generalmente uso. Curioso vero? Era l'uovo di Colombo.
Da dove sono partito. Le specifiche iniziali erano: a riquadri ad aree, intercambiabili nelle posizioni, ricomponibile in poco spazio, leggerissimo, utilizzabile per vari regolamenti, non monotono, assolutamente robusto ma bello alla vista (ambizioso no?). Probabilmente ho risolto solo uno di questi problemi.. Sono partito da quello che già comoscevo. Ho messo assieme le necessità di PZ8 per la WWI che (lavora a settori quadri), Crossfire: perchè necessita di aree (e molte) per poter funzionare, Blitzkrieg Commander e DBA per le dimensioni. Tuttavia al colpo d'occhio mi sembra di aver trovato qualcosa di bello. Credo di non aver inventato nulla sicuramente in giro altri avranno avuto idee simili e migliori, ma soggettivamente sembra funzionare allo scopo. Bando alle chiacchiere vi presento i miei riquadri o "quadrotti ad aree". 
L'idea è liberamente copiabile :-) Che vi sembra? 

PIanura con torrente tipo 1
terreno difficile con torrente tipo 1
Pianura Bombardata tipo 1
Pianura semplice tipo 1
Pianura semplice tipo 2
Collina tipo 1
Pianura con strada tipo 1
Pianura con strada tipo 2
Pianura con strada e torrente tipo 1

7 commenti:

Chris Stoesen ha detto...

Looks great. Terrain tiles can present beautiful yet sturdy terrain. Can't wait to see your pictures of them together for a game.

Alessandro "Callaghan" ha detto...

Chris,
Thank you very much!
Soon, I hope to post some game..

fogsoldiers ha detto...

Anch' io uso i quadrati per Pz8 WWI. I miei sono 9cm di lato. Ed ora li utilizzerò anche per un regolamento Napoleonico "a quadrati" preso dal blog paintingshed. Io però aggiungo dopo la paesaggistica supplementare. I tuoi di che dimensioni sono?

Salutissimi.

Marzio.

Alessandro "Callaghan" ha detto...

Ciao Marzio!
Anche io userò paesaggistica supplementare sui quadrotti a seconda dello scenario: eventuali alberelli, o cespugli o bocage o rovine o case..:-) Ho integrato per puro piacere visivo i movimenti del terreno i torrenti le strade e colline. I quadrotti sono di dimensione 20cmx20cm le aree interne sono "rettangolodi" di dimensioni 10cm (per rifarsi a PZ8) e adattarlo ai svariati terreno Crossfire. In questo modo accostando solo 9 quadrotti posso giocare su tavolo di casa un DBA o un piccolo Crossfire o BKC o PZ8.
Mi serviranno ovviamente altri quadrotti per fare varie "situazioni" o "stagioni".
Eh, Interessante il periodo Napoleonico, non l'ho ancora mai affrontato, forse un domani tra i mille progetti che ho in mente :-)

Phil ha detto...

Molto bella terra, I love it!
Phil.

sricatti ha detto...

Sono molto belli, e sembrano anche veloci da fare, vista la quantità di quadrotti che hai prodotto!
Noto che per i colori dei terreni hai subito un po' l'inconscia influenza di tutti i libri che hai letto sugli elmetti austriaci della prima... I colori dei quadrotti e della mimetizzazione sono moooolto simili!
;-)

Alessandro "Callaghan" ha detto...

@Phil
Grazie mille!! ;-)
@sricatti
Molto, ma Moolto veloci! Ed anche praticamente gratuiti.
Gli elmi austriaci dici?..Non ci avevo pensato :-) Cosa vuoi ormai è..una fissa..:-)
Il terreno è pensato per un piccolo scontro per la WWi.

Note

Questo sito non costituisce una testata giornalistica e quindi non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001.

Le immagini riportate a corredo degli articoli sono - di volta in volta - di mia proprietà, di pubblico dominio o comunque utilizzate per scopi non commerciali. Gli eventuali detentori di diritti possono chiederne in qualsiasi momento la rimozione dal sito.