Un pò di me

Diciamo subito che ho superato di parecchio gli 'anta. Risalgo all'epoca gloriosa ed ormai superata dei: dischi in vinile, delle cabine telefoniche, del gettone, del servizio di leva, dei disegni tecnici con carta e china, delle calcolatrici a logica polacca inversa, dei regoli calcolatori, della guerra fredda e della Lira.

Correvano i meravigliosi anni ’70, quando i miei genitori mi regalarono la mia prima piccola scatola di soldatini d’Italia della Atlantic, nel negozio sotto casa. Li ricordo ancora bene come fosse ieri : allineati in fantasiose battaglie sul pavimento della mia cameretta, in tasca nei primi giochi di infanzia e abbandonati con l'adolescenza. Ho vissuto con tristezza la scomparsa dal mercato di quella prestigiosa azienda italiana, così come anni fa per quella della TbLine, creata da una grande persona. Un pò più grandicello entrai in un club locale, dove ho avuto l'occasione di apprendere le meravigliose tecniche dell'arte del modellismo: la pittura e l'autocostruzione. Uscii da quella esperienza molti anni dopo, avendo vissuto intensamente il particolare ambiente dei concorsi di modellismo statico. Solo molto più tardi negli anni, in avanzata maturità, ebbi occasione di avvicinarmi a qualcosa di simile e tuttavia diverso: i giochi da tavolo, il wargame ed il collezionismo dei soldatini di piombo dipinti. Devo ciò alla pazienza di un grande amico, con cui condivido anche la passione per la storia e per le escursioni, spesso quelle gastronomiche, ma non solo. Sono passati diversi anni dai primi soldatini che ho ricevuto in regalo. Vivo ora in un mondo per certi versi più semplice e tuttavia più complesso, forse freddo, sicuramente frenetico, fatto di: computer, internet, globalità mediatica, amicizie virtuali, cellulari, mp3, euro e questo meraviglioso hobby, mi accompagna ancora con entusiasmo, nelle rare occasioni di tempo libero che mi rimangono tra la famiglia, gli amici e la professione di ingegnere.

Alessandro, alias "Callaghan".

Amici

domenica 9 dicembre 2012

Ricostruire la battaglia di Petrikovka 28-30settembre 1941

La battaglia di Petrikovka (odierna Petrikivka) si svolse tra il 28 ed il 30 settembre 1941, molto interessante dal punto di vista tattico, coinvolse tre divisioni italiane e tre divisioni Sovietiche negli scontri lungo il fronte del fiume Dnieper durante le ultime fasi dell'operazione Barbarossa. 
Le unità italiane coinvolte erano quelle del C.S.I.R. il "corpo di spedizione italiano in russia", composto da: la 9a divisione di Fanteria Pasubio, la 52a divisione di fanteria Torino e la terza divisione Celere. Le forze sovietiche erano unità di fanteria ed in particolare : la 273a, la 15a e la 261a divisioni di fanteria sovietica.
Dopo che la divisione Torino venne inviata a Dniepropetrovsk sotto pesanti bombardamenti e dopo che alcune delle sue unità andarono a rinforzare la testa di ponte di Dniepropetrovsk, la divisione Celere, attestata lungo il fiume Dniepr si preparava ad attraversarlo. La divisione Pasubio, passata nel settore della 17 armata tedesca a coprire il suo fianco destro, attaccò a tenaglia con la Torino le divisioni russe intrappolate entro la sacca che si venne a creare. La battaglia, si risolse con un brillante accerchiamento delle unità sovietiche che si arresero alle forze dell'asse, perdendo un numero rilevante di materiali e soldati, ma solo dopo durissimi e sanguinosi combattimenti. 
L'idea di base dell'articolo è quella di rileggere la battaglia di Petrikovka, più su un piano di wargame che su quello storico e poter mettere a disposizione del blog un nuovo scenario per uno dei seguenti regolamenti: Crossfire (a livello di battaglione), Blitzkrieg Commander, Pz8, Alto Commando o Flames of War (da decidere).
Per chi fosse interessato alla mappa storica russa di cui sopra, questa è riportata solo per discussione, ed è reperibile qui. La storia delle unità russe, l'organigramma e altre interessanti notizie sono state reperite su questo sito interessantissimo il cui link è il seguente: armchairgeneral. Un altro interessantissimo link, in francese che descrive nei dettagli la battaglia è il seguente: italie1935-45. Sulla base di tutti questi e altri dati posso mettermi al lavoro : a breve troverete sul blog la 1a bozza scaricabile per lo scenario. A presto.






2 commenti:

Roby ha detto...

Spero di leggere presto un Battle report, con tanto di foto.

Alessandro "Callaghan" ha detto...

Va bene, Grazie!

Note

Questo sito non costituisce una testata giornalistica e quindi non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001.

Le immagini riportate a corredo degli articoli sono - di volta in volta - di mia proprietà, di pubblico dominio o comunque utilizzate per scopi non commerciali. Gli eventuali detentori di diritti possono chiederne in qualsiasi momento la rimozione dal sito.