Un pò di me

Diciamo subito che ho superato di parecchio gli 'anta. Risalgo all'epoca gloriosa ed ormai superata dei: dischi in vinile, delle cabine telefoniche, del gettone, del servizio di leva, dei disegni tecnici con carta e china, delle calcolatrici a logica polacca inversa, dei regoli calcolatori, della guerra fredda e della Lira.

Correvano i meravigliosi anni ’70, quando i miei genitori mi regalarono la mia prima piccola scatola di soldatini d’Italia della Atlantic, nel negozio sotto casa. Li ricordo ancora bene come fosse ieri : allineati in fantasiose battaglie sul pavimento della mia cameretta, in tasca nei primi giochi di infanzia e abbandonati con l'adolescenza. Ho vissuto con tristezza la scomparsa dal mercato di quella prestigiosa azienda italiana, così come anni fa per quella della TbLine, creata da una grande persona. Un pò più grandicello entrai in un club locale, dove ho avuto l'occasione di apprendere le meravigliose tecniche dell'arte del modellismo: la pittura e l'autocostruzione. Uscii da quella esperienza molti anni dopo, avendo vissuto intensamente il particolare ambiente dei concorsi di modellismo statico. Solo molto più tardi negli anni, in avanzata maturità, ebbi occasione di avvicinarmi a qualcosa di simile e tuttavia diverso: i giochi da tavolo, il wargame ed il collezionismo dei soldatini di piombo dipinti. Devo ciò alla pazienza di un grande amico, con cui condivido anche la passione per la storia e per le escursioni, spesso quelle gastronomiche, ma non solo. Sono passati diversi anni dai primi soldatini che ho ricevuto in regalo. Vivo ora in un mondo per certi versi più semplice e tuttavia più complesso, forse freddo, sicuramente frenetico, fatto di: computer, internet, globalità mediatica, amicizie virtuali, cellulari, mp3, euro e questo meraviglioso hobby, mi accompagna ancora con entusiasmo, nelle rare occasioni di tempo libero che mi rimangono tra la famiglia, gli amici e la professione di ingegnere.

Alessandro, alias "Callaghan".

Amici

venerdì 20 gennaio 2012

Vederci chiaro e nel dettaglio..


Sto iniziando a realizzare la testurizzazione delle basi delle mie miniature medievali di Bertrando, ma nell'ottica della colorazione del secondo esercito medioevale in 10mm, dei prossimi arrivi in 10mm o 15mm avevo bisogno di un ausilio per i miei occhi e per migliorare i dettagli di questi minuscoli omini di piombo. E' vero che con l'età la vista cala, me ne sto accorgendo giorno dopo giorno, anch'io ho già superato gli 'anta e anche se per fortuna non porto gli occhiali in modo permanente, faccio fatica alla sera a concentrarmi su dettagli piccoli come un ago. A voi non spaventa il fatto che la punta del pennello sia un gigante rispetto alle miniature? 
Dovevo inoltre migliorare l'illuminazione del mio posto di "lavoro". Dipingo sempre alla sera, in ore tarde, del resto il lavoro e la famiglia vengono prima. Pensavo di equipaggiare la mia scrivania di una luce alogena avente una tonalità riposante ma con una buona dose di lux. Di questo avevo già parlato con Roby via mail. Insomma volevo vederci chiaro ed in dettaglio. Come potevo mettere insieme queste due necessità in un unico oggetto? Devo dire che l'idea è nata dalle riflessioni sul post del caro Riccardo. La decisione è stata una conseguenza. Per farla breve, essendo questo il momento giusto,  mi sono fatto regalare una lampada-lente di quelle utilizzate in elettronica, oggetto che potete vedere nella foto.  Che dire di più? E' particolare, carina da vedere, non troppo costoso, ma sopratutto utilissima. Ora non ho più scuse per dipingere male..
Buon Wargame a tutti!

7 commenti:

Roby ha detto...

L'hai detto e l'hai fatto. Sembra un bell'oggetto. Io non riesco a star dietro ai particolari (la cosa mi innervosisce) per cui per me sarebbe uno spreco. Non vedo l'ora di vedere i capolavori che verranno fuori!

Fako ha detto...

bhè, dopo la presentazione mi aspetto un "recensione" dopo diverse ore di prova!
Io, sebbene ne sia stato spesso attirato, mi sono sempre frenato dall'acquisto: mi hanno raccontato ( e forse mi hanno preso in giro) che l'ingrandimento faccia perdere la tridimensionalità e di conseguenza mi faccia diventare goffo con il pennello (e cmq dipingo 28 mm di solito).

Fako ha detto...

bhè, dopo la presentazione mi aspetto un "recensione" dopo diverse ore di prova!
Io, sebbene ne sia stato spesso attirato, mi sono sempre frenato dall'acquisto: mi hanno raccontato ( e forse mi hanno preso in giro) che l'ingrandimento faccia perdere la tridimensionalità e di conseguenza mi faccia diventare goffo con il pennello (e cmq dipingo 28 mm di solito).

Alessandro "Callaghan" ha detto...

Roby: vedrai che non andrà sprecato, ho qualcuno in casa che già gli fa "la punta" per dipingersi le unghie :-)

FAko: appena completo di imbasettare il primo esercito in 10mm passerò al secondo e sicuramente vi racconterò come è andata e potrete fare un confronto. Vi chiederò allora di essere terribilmente critici. :-)

Al dire il vero ho già fatto una prova. Secondo me è molto utile sia per i volti (zone incavate) che per i particolari (zone in rilievo).

Roby ha detto...

Bè senza dubbio è uno strumento più che utile per chi ha il gusto del particolare......unghie comprese...eh eh eh!!!

Fabio G. Farneti ha detto...

E' da tempo che non riesco più a dipingere. Col fatto che ci siamo divisi un po' i compiti, ultimamente ho creato più elemetni scenici che dipinto miniature.
Quando ancora brandivo il pennello, utilizzavo una lampada sdimile a questa e la trovavo semplicemente unica, anche se in realtà la lente non l'ho mai usata.
Mia moglie appena la vide disse:"la lampada da estetista, evviva!"

Alessandro "Callaghan" ha detto...

..eh eh difatti qui a casa c'è già chi la vuole usare per colorare le unghie ;-)

Note

Questo sito non costituisce una testata giornalistica e quindi non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001.

Le immagini riportate a corredo degli articoli sono - di volta in volta - di mia proprietà, di pubblico dominio o comunque utilizzate per scopi non commerciali. Gli eventuali detentori di diritti possono chiederne in qualsiasi momento la rimozione dal sito.